blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

"Mamma mia", The Economist dedica la copertina europea a Silvio Berlusconi

Venerdì 18 Aprile 2008, 20:38 in Diario di

The Economisti

Il settimanale The Economist dedica ampio spazio alle elezioni italiane nel suo ultimo numero da ieri in edicola a partire dalla copertina della versione europea dedicata a Silvio Berlusconi con il titolo "Mamma mia, eccoci di nuovo" il leit motiv dell'editoriale nel quale esprime perchè il settimanale continui a considerare il leader del Popolo della Libertà inadatto (unfit) a governare l'Italia.

16
16 commenti
16
10 Dic 2012
alle 08:47
15
09 Dic 2012
alle 17:07
14
09 Dic 2012
alle 11:23

Vanessa Fiaschi

Certo che facciamo proprio ridere....

13
08 Dic 2012
alle 18:34

Raffaele Frieri

Forse i Maya intendevano questo...

12
07 Dic 2012
alle 19:55

Anonymous User

Help!!!!

11
19 Lug 2012
alle 00:01

Antonio Ferrario

"un assiduo" si scrive senza apostrofo...per fortuna che siete studenti universitari.

10
17 Lug 2012
alle 11:28

Matteo

Ingegnere... Meritocrazia e Berlusconi nella stessa frase eviterei di usarle come parole. Uno che paga i suoi lecchini e chi gli fà favori con un posto in parlamento e le sue "escort" con cariche di ministri direi che la meritocrazia non sà neanche dove stà di casa. per favore inizia farti una cultura di quello che hai attorno ed apri gli occhi.

9
30 Apr 2008
alle 12:45

Andrea

in quanto studente di economia sono un'assiduo lettore dell'economist.

non penso che sia utile all'amico ingegnere lo scarso rispetto della legge mostrato dal nostro primo ministro, i ripetuti attacchi alla magistrature che perseguitandolo nonha fatto altro che il suo dovere, le gaffe internazionali e le quasi crisi diplomatiche causate dal suo immancabile umorismo, l'incompetenza dei suo ministri, primo tra tutti Tremonti che ha falsificato i bilanci statali ed è stato richiamato dalla commissione europea, i buchi di bilancio causati dalla sue manovre pro-fidelis, le leggi ad personam, l'aggravamento della già critica situazione di alitalia con le sue dichiarazione populiste da campagna elettorale che hanno fatto ritirare l'unica offerta sul mercato, il suo supporto e collaborazione con la mafia, l'inconsistenza del suo programma elettorale, e la sua allenza con fascisti dichiarati e secessionisti che minacciano guerra armata con tro gli immigrati che negli ultimi anni hanno tenuto la nostra economia a galla.
non credo che ci sia bisogno di ricordare tutto questo

avrei solo qualche domanda da fare:
credete ancora alla favola che si possono abbassare le tasse e offrire più servizi?
credete che i più grandi evasori fiscali d'Italia, una volta al potere, combatteranno questo fenomeno?
credete ancora alla favola che la magistratura rossa, delle cooperative rosse, dei sindacati rossi, dei partiti rossi, degli ufficiali giudiziari rossi, siano la causa dei vostri problemi? io penso che siano la causa dei SUOI problemi, che con la nostra vita quotidiana non hanno niente a che fare.

 ma più di tutto, credete che sia positivo che tutto il mondo sappia queste cose, tranne i cittadini italiani? credo che data la situazione delle nostre fonti di informazioni ci dovremmo inchinare davanti a testate come l'economist, NYT, Guardian ecc ecc. E tutte queste testate dicono che siamo governati da un cretino, tutto il mondo lo sa e noi continuiamo ad ignorarlo e a votarlo.

attualmente vivo e studio in damimarca, e vi posso assicurare che queste elezioni hanno compromesso ancora una volta la reputazione di intelligenza e coscienza politica dei cittadini italiani.     

8
25 Apr 2008
alle 12:20

Lucio

Avete notato che discussione lunga è nata sul blog dell'Economist nella pagina della Cover Story? Un Berlusconiano del c.... ha riempito pagine e pagine di stronzate

7
23 Apr 2008
alle 21:19

Giuseppe

V2 -DAY 25 APRILE TORINO! PER UNA LIBERA INFORMAZIONE!

6
23 Apr 2008
alle 18:26

ingegnere

ma che cazzo state dicendo????

scusate l'espressione scurrile, ma perchè date aria alla bocca??invece di essere ragionevoli?

prima di tutto il principio della meritocrazia e dello svecchiamento è un movimento insito nella cultura liberale di cui Berlusconi da più di 10 anni cerca di inculcarvi in quella testa di pera.

Dunque giovani, prima di tutto tirate fuori le palle, fatevi vedere, datevi da fare e vedrete che da oggi in avanti ci saranno più possibilità per tutti. Il cambiamento è lento. E' culturale. Ma ci sarà.

Poi, che dire, di che cazzo state parlando?

qua si parla di mandare al governo qualcuno che abbia pragmatismo, capacità di coordinamento e manageriali, senso e lungimiranza tali da poter fare i cambiamenti strutturali necessari al paese per poter darvi la possibilità di vivere meglio.

Finitela di dire cazzate.

Qua lo statalismo della sinistra ha fatto danni mostruosi per anni. La cultura del merito e del saper fare, quella dei valori e di una scuola che dia una formazione culturale differenziata e non unilaterale, facendo diventare i giovani degli smidollati e senza senso critico, come siete voi, è andata a farsi fottere.

Chiaro il concetto?

SVEGLIATEVI VOI!!!!

vELTRONI è MICA SCEMO, d'aLEMA è MICA SCEMO, CHIUNQUE DELLA SINISTRA SI è MESSO A PARLARE COME UN LIBERISTA DA UN GIORNO ALL'ALTRO. ANDATE A CHIEDERE A LORO CHE COSA PENSANO VERAMENTE DI BERLUSCONI, QUANDO NON SONO IN CAMPAGNA ELETTORALE E NONO DEVONO DARGLI CONTRO PERCHE' SE NON NON FANNO IL LORO LAVORO DI UOMINI DI SINISTRA.

SVEGLIA!!

MA COSA CREDETE CHE BERLUSCONI SIA L'UNICO FURBO DEL PAESE?CREDETE CHE PRODI E GLI ALTRI SIANO DEI SANTI??

BULLSHIT.

SVEGLIA.

LA DIFFERENZA E' NON NELLA NATURA DELL'UOMO, CHE QUANDO HA IL POTERE, DIVENTA UGUALE SIA CHE SIA DI DESTRA CEH DI SINISTRA, MA NELLA CAPACITA' DELL'UOMO DI RISOLVERE I PROBLEMI. DI AVERE L'ESPERIENZA PER FARLO. LA LUNGIMIRANZA E LA LEADERSHIP.

MA VOI POVERI IGNORANTI CHE NON SIETE ALTRO, NON SAPETE NEANCHE COSA SIGNIFICHI FARE RISULTATO. PORTARE UNA ORGANIZZAZIONE O L'AZIENDA ITALIA A FUNZIONARE E DUNQUE A FAR POI VIVERE MEGLIO I PROPRI CITTADINI.

SVEGLIA, DAVVERO...NON E' BERLUSCONI IL VOSTRO PROBLEMA. E' NON SAPER RICONOSCERE I MERITI E LE CAPACITA' DI UN UOMO.

 

5
22 Apr 2008
alle 14:38

Mario

io scappo in spagna. Mi dispiace. Siamo sono un paese per vecchi. Girate nelle vostre città e ditemi quanti giovani vedete, qui è tutto fatto contro i giovani. Si vedono solo i nonni che portano a spasso i loro 1,2 nipoti (ogni 4 nonni).. ed ora con berlusconi è la fine. Non serviranno a nulla le fiaccolate contro la mafia..

Adios amigos!

4
20 Apr 2008
alle 01:00

Lorenzo

quanto sono fiero di far parte di una della regioni dove uno come berlusconi viene considerato per quello che è e non per quello che vuole apparire...evviva le Marche!!

3
19 Apr 2008
alle 13:24

Giuseppe

PORCA MISERIA..GLI ITALIANI SI DEVONO SVEGLIARE!

MANDATE A FARE IN CULO QUEST'UOMO ! 

 

2
19 Apr 2008
alle 12:36

Alex

A dikeopolis,

La tua analisi è veramente fantastica e originale, e in questa pazza Italia può anche darsi che risulti vera.

Personalmente penso che Berlusconi abbia vinto non grazie a questa campagna elettorale, ma a quelle precedenti, i suoi elettori affascinati continuano a votarlo qualsiasi cosa si dica su di lui, è il fascino del vincente che in Italia è molto forte.

Più di una volta mi son sentito dire che se ha fatto qualche volta il furbetto ha fatto bene, significa che è più intelligente degli altri. Quindi morale della favola, alla fine non è colpa di Berlusconi, è colpa di un'Italia che ormai crede solo nel vantaggio personal. Per cui se il più importante personaggio politico da quando esiste la Repubblica si fa le leggi per se stesso è da ammirare.

Ad ogni modo chi guarda questo blog può pensare sicuramente che sia un blog "comunista" ma in realtà se si fanno delle ricerche approfondite difficilmente si trova un giornalista straniero che ammiri Berlusconi. Purtroppo gran parte dei suoi elettori sono più affascinati dai suoi slogan che dai fatti: dire a Matrix (Can.5) che Mangano non è stato condannato è aberrante.

Faccio una scommessa... Dell'Utri naviga in cattive acque, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, ed è il fondatore di Forza Italia con Berlusconi. Sono certo che Berlusconi attraverso qualche meccanismo legislativo avrà modo di salvare il suo amico. (Spero vivamente di sbagliarmi)

 

Scusate lo sfogo, ma come diceva Gaber "io non mi sento Italiano".

1
19 Apr 2008
alle 09:14

dikeopolis

Ho già postato un commento sul sito dell'Economist. In sostanza, gli ho spiegato che Berlusconi ha vinto al Nord e al Sud, perché ai settentrionali piace soprattutto lavorare e guardare la televisione, ai meridionali divertirsi e guardare la televisione. Non ha vinto nell'Italia centrale, perché a noi piace soprattutto lavorare e divertirci, e la televisione la guardiamo meno. Sarei davvero curioso di sapere cosa ne pensano loro.


Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere